Loading...

Trinciastocchi Fissi

Punti di forza

Struttura superiore

Solidità strutturale, tecnica applicata e cura del dettaglio sono gli elementi che caratterizzano i diversi tipi di castello terzo punto dei trinciastocchi Vigolo. In base ad ogni applicazione sono state studiate diverse versioni: il castello mobile a spostamento manuale (standard) o a spostamento idraulico (opzionale) e il castello fisso, quest’ultimo abbinato di serie a dei robusti tiranti laterali per i trinciastocchi a doppia trasmissione. Tutti i castelli terzo punto montati sui trinciastocchi Vigolo sono stati progettati per resistere in ogni condizione di lavoro, anche se sottoposti a forti e prolungate sollecitazioni.

Trasmissione di potenza superiore

Tutti i trinciastocchi Vigolo sono dotati, di serie, di moltiplicatori con ruota libera interna e grazie al corretto rapporto tra meccanica, potenza, coppia e velocità, consentono di ottenere ottime prestazioni a fronte di un ridotto assorbimento di potenza.

Slitte laterali

Le slitte laterali sono un’importante protezione applicata alla zona di maggior usura delle fiancate. Le slitte con piatto inferiore, opzionali rispetto alla versione standard, fungono anche da ulteriore sostegno al trinciastocchi in fase di utilizzo, in aiuto al rullo e/o alle ruote, rendendo così la marcia della macchina più stabile e regolare.

Protezione anteriore

L’equipaggiamento standard di tutti i trinciastocchi Vigolo include la protezione anteriore mediante bandelle in acciaio zincato che formano una barriera solida e sicura contro la fuoriuscita del materiale trinciato. In alternativa è disponibile anche l’opzionale protezione anteriore a catene.

Trasmissione laterale

Forte di un solido know-how ingegneristico e progettuale, l’ufficio tecnico Vigolo ha sviluppato trasmissioni laterali di grande robustezza e affidabilità, nelle varianti trasmissione singola e trasmissione doppia. La regolazione della tensione delle cinghie viene eseguita tramite viti esterne al carter, consentendo così alla trasmissione di operare con massima efficienza e minima usura delle cinghie. Sul mod. TST è inoltre possibile invertire la posizione delle pulegge per passare da una velocità in entrata di 540 giri a 1000 giri e viceversa.

Telaio e rotore

Il telaio dei trinciastocchi Vigolo è stato progettato per ottenere una trinciatura ottimale dei residui colturali, compresi quelli di consistenza legnosa. Concepiti con una camera di lavoro alta, proporzionata all’ampio diametro del rotore, i trinciastocchi Vigolo possono operare in qualunque condizione di lavoro, anche la più estrema.

 

Versione TDF
1. 
Rinforzo cassone, spessore 5 mm
2. Contro coltelli
3. Contro coltelli

I trinciastocchi Vigolo possono essere equipaggiati con rullo posteriore, per un maggiore sostegno della macchina in particolare sui terreni piani, o con ruote posteriori, a vantaggio della stabilità sui terreni sconnessi e della velocità di manovra in campo aperto.

Modelli

TSL 130 - 250

  • Potenza trattore min 30
  • Potenza trattore max 120

TST 130 - 300

  • Potenza trattore min 40
  • Potenza trattore max 180

TST DT 250 - 380 / TST DTDR 320 - 400

  • Potenza trattore min 60
  • Potenza trattore max 220

TST Plus 250 - 320

  • Potenza trattore min 100
  • Potenza trattore max 220

TDF 200 - 300

  • Potenza trattore min 120
  • Potenza trattore max 250

TDF DT 230 - 380 / TDF DTDR 320 - 400

  • Potenza trattore min 130
  • Potenza trattore max 270

TFC 140 - 230

  • Potenza trattore min 30
  • Potenza trattore max 120

TFP 160 - 310

  • Potenza trattore min 35
  • Potenza trattore max 150